La Confraternita - ADDOLORATA CIMINNA

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Confraternita

Cenni Storici

CONFRATERNITA
"MARIA SS. ADDOLORATA"
Ciminna- PA


RELAZIONE SULLA CONFRATERNITA

FONDAZIONE: ANNO 1774 - Riformata nel 1829 - Ulteriormente riformata nel 1876.
(Dal Libro dei Confrati): Veniva sospesa nel 1827 dal Governo e REINTEGRATA nel 1932 con ministeriale di Sua Altezza Reale il Luogotenente Generale in Sicilia in esecuzione delle facoltà accordategli da S.M. Ferdinando Secondo come per ministeriale del 30 Agosto 1832, sotto firma del Ministro Principe Campofranco.
FINE Iniziale: era quello di seppellire i corpi dei poveri e/o di coloro i quali non erano in grado di potere cristianamente provvedere alle esequie.
Nel corso dei secoli la Confraternita si è sempre distinta per le sue opere ad intervento dei più bisognosi rivolgendo sempre particolare cura ed attenzione alle famiglie più povere ed agli eventuali bisogni non prevedibili che abbiano potuto mettere in difficoltà i Ciminncsi.
Più recentemente la Confraternita si è impegnata sopratutto nell' organizzazione sia della festa del Venerdì Santo che della festa in onore di Maria SS. Addolorata che si svolge normalmente la terza domenica di ottobre.
Il segno distintivo dei Confrati è costituito da un medaglione sul quale è raffigurata l'immagine di Maria.
La Confraternita partecipa normalmente con il suo Superiore e con i Congiunti alle manifestazioni ed agli eventi religiosi che caratterizzano l'anno liturgico sia della nostra comunità sia presso la Cattedrale di Palermo nelle assemblee comunitarie provinciali.
La Confraternita ha come sua aspirazione la volontà di potere essere maggiormente seguita dalla Chiesa per potere svolgere, durante l'anno, momenti di incontri con la partecipazione di Sacerdoti, incaricati dalla Curia, per aiutare a mantenere vivo l'impegno di solidarietà, per mantenere ed accrescere la Fede nel nome sempre di Maria che, nostra intercettrice, ci guida sulla via del bene, del vero e del giusto, per far sì che nella società civile i Valori che da sempre la Chiesa insegna e professa non perdano la loro efficacia, bensì contribuiscano a creare sempre nuove e migliori condizioni di vita non per uno ma per tutti.


Ins. Saverio La Paglia


 
Torna ai contenuti | Torna al menu